mercoledì 22 giugno 2016

Sentieri





S’incidono i sentieri
a seguitar le peste,
le mulattiere lacerano
le selve e scalpicciano
cavalli e somière,
lungo i basalti
saldati a brecciolino.
Nella neve svaporano
i passi o nel deserto,
per le creste mobili,
nudibranchi aridi,
avanzano stolidi,
tendono a più punti
nei giorni senza un fine;
lì serve riandare,
come gli scarabei,
a lume di stelle
ritrovano il covo.


Share

1 commento:

tentare, nuoce ha detto...

Tu non mi dici quand'arrivi io dico: l'orma non ha mai sasso, è solo sabbia